Mi Presento: io sono Elisa

Ciao, mi chiamo Elisa e vi do il benvenuto nella mia cucina attraverso il mio blog “l’erba di elisa” dove spero di riuscire a postare tutte le ricette che, man mano, andrò sperimentando tra i fornelli ed anche vicino ai fornelli, visto che molte ricette saranno anche “Raw”-  cioè a crudo.

Ho 42 anni e svolgo la professione di architetto a tempo pieno nella mia città natale “Palermo” . Ho sempre avuto tantissimi hobby ma, fin da piccola, la mia più grande passione è stata la “cucina. Ho due bimbe, una di 4 anni ed una di 17 anni  (forse non dovrei più definirla così ma per me è sempre la mia bimba grande) che spesso cucina con me, visto che condivide l’amore per la buona cucina.

Da un anno, ho iniziato un processo di cambiamento e di rinnovamento che ha coinvolto taluni aspetti della mia vita tra cui, soprattutto, le mie abitudini alimentari ed il mio modo di cucinare.

Ho sentito la necessità di “depurarmi” e di “disintossicarmi “ attraverso l’eliminazione dalla mia dieta degli alimenti di origine animale; ciò, non solo, per problematiche legate al mio peso ma anche per una forte eredità al diabete.  Da poco tempo, infatti, ho perso mio padre, afflitto fin da giovane da un diabete di tipo II. La mia scelta oltre che salutista è stata etica , non ho voluto e non voglio più nutrirmi di altri esseri viventi.

Mi sono avvicinata, quindi, ad un tipo di cucina molto “naturale”, basata su alimenti quasi esclusivamente integrali, coltivati nelle nostre terre, con un basso, per quanto possibile (e con qualche eccezione) “indice glicemico”. Amo molto la mia città e la Sicilia, terra caratterizzata da forti contraddizioni rimasta spesso arretrata rispetto al resto della nazione. Ma il sole, il mare ed il clima ma anche, paradossalmente, la stessa “arretratezza”  hanno fatto sì che molte tradizioni si mantenessero intatte e che molti  prodotti fossero ancora  sani e genuini come un tempo. Amo la modernità, i computer, la possibilità di comunicare con il mondo con un “click”, amo gli elettrodomestici di ogni tipo, –  tanto da non sapere più dove collocarli nella cucina -, ma amo anche l’”arretratezza”, quella che ci ha permesso di far rinascere prodotti che sono stati accantonati per anni, come i nostri grani antichi siciliani, legumi e molto altro.

Ho già ottenuto i primi risultati , perdendo un po’ di peso ( anche se sono solo a metà strada) e abbassando colesterolo, acido urico e qualche altro parametro qua e la’.

Il primo passo, forse il più difficile è, quindi, imparare ad acquistare prodotti sani ed evitare, il più possibile, prodotti industrializzati seppure sponsorizzati da avvenenti incantatori di “galline”. Poi, bisogna avere “buona volontà” e sapersi organizzare anche se si lavora tutto il giorno, come succede a me.  Basta congelare qualche verdura e/o pietanza per preparare poi una cena gustosa durante la settimana. L’alimentazione è soprattutto una questione  di abitudine e, purtroppo, i ritmi frenetici della vita di oggi ci impongono una cucina sempre più “fast” ma, soprattutto, sempre più “fat”, da elargire “generosamente” anche ai nostri figli per mezzo di macchinette a gettoni nelle scuole.  

Anche mangiare altri esseri viventi è una questione di cultura ed abitudine. Oggi si scopre che gli alimenti di origine animale sono la maggiore causa delle malattie del “benessere”. Benessere per chi? Non per noi, tenuto conto  che ci ammaliamo di più, non per gli animali, vittime sacrificali della nostra “fame” e non per il pianeta che stiamo depauperando per potere allevare il nostro cibo! Tali problematiche, come noto a tutti,  sono state affrontate da scienziati ed esperti autorevoli del settore ed esiste copiosa letteratura a cui si rinvia, ovviamente, per ulteriori approfondimenti . 

Mi piace partire dalla base degli alimenti proprio per evitare, o almeno limitare quanto più possibile, prodotti industrializzati. Il latte vegetale lo faccio in casa, partendo dai semi; il tofu a volte lo compro, ma spesso lo faccio io e, vi assicuro, che è davvero molto più buono! Per questo ho pensato ad una sezione con le ricette di base.

Sperimentare …. Questa per me è la chiave ….. Sperimento sempre nuovi piatti con prodotti semplici cercando di incontrare i gusti della mia famiglia, il che non sempre è facile. Ovviamente ogni tanto qualche piatto non riesce … e si tira fuori qualcosa dal surgelatore…. Sano… ma surgelato! Poi …. correndo tutto il giorno, qualche volta la sera ci si accontenta di un’insalata che, in fondo,  non ha mai fatto male a nessuno!

Questo sito, pertanto, è dedicato a tutti quelli che vogliono davvero mangiare sano, a chi condivide le mie idee ed il mio pensiero e desidera un’alimentazione “più sana e naturale” soprattutto per i propri figli, – un mondo “cruelty-free”-,  un’alimentazione dai sapori antichi”, il più possibile naturale, non ricorrendo, per fretta e mancanza di tempo, a pietanze i cui ingredienti sono solo il frutto di processi di raffinazione ed industrializzazione che causano “i mali del nostro tempo”!

E’ dedicato a chi è incuriosito da questo tipo di alimentazione e vuole iniziare un cambiamento, magari sostituendo, durante il giorno, anche un solo pasto, a chi è scettico ma, comunque, vuole informarsi di più, a chi è solo interessato a conoscere coloro i quali hanno deciso di nutrirsi di “sola erba”.

Un grazie speciale va a Sergio che mi ha fatto conoscere questo stile di vita e che mi sta aiutando a pubblicare questo sito.

Nel mio piccolo, io sono cambiata e vorrei aiutare coloro che credono in questo processo di cambiamento perché come diceva Mahatma Gandhi: “Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere”.