Tabulè di quinoa, verdure e pesto alla menta

Raw tabulè di quinoa cruda

Con la quinoa, che è uno pseudo cereale della famiglia degli spinaci senza glutine, ho già postato una ricetta. Quella che vi propongo oggi, però, è un pò particolare perchè non prevede la cottura dei semi di quinoa ma la loro germinazione.
Questo è un piatto che farà parte della categoria Raw food, vale a dire , cibo crudo. Nella cucina raw vegan si prevede la cottura ad una temperatura massima di 42°C - per la quale viene utilizzato l'essiccatore - temperatura sopra la quale i cibi cominciano a depauperarsi di importanti vitamine termolabili. Il cibo così preparato rimane "vivo" conservando tutte le proprietà nutritive.
Io mangio parecchio crudo, visto che sono praticamente una discendente diretta di "fiocco di neve" per quanta lattuga mangio ed in questo periodo sto provando diverse ricette "raw" perchè questo tipo di preparazioni mi hanno incuriosito un pò..... Vi devo dire che molte pietanze sono gradevoli e sorprendenti anche se non è facile avvicinarsi a questo tipo di cucina per via dei tempi di preparazione così diversi da come siamo abituati a fare.
In questo caso ho utilizzato della quinoa a crudo, ma per diventare digeribili i cereali o pseudo cereali, come in questo caso, vanno fatti germogliare. Quindi, se si vuole mangiare la quinoa per il pranzo della domenica, ci si dovrà pensare il venerdì.... sperando che le radichette che devono spuntare non si prendano gioco di noi, uscendo troppo presto o troppo tardi.
La quinoa germogliata l'ho preparata con tante verdurine crude ed , infine, l'ho condita con del pesto ai semi di canapa , menta e aglio che gli ha donato una gusto più avvolgente e particolare.
Per chi non hai mai provato una ricetta crudista questa ve la consiglio anche perchè è un perfetto e leggerissimo piatto estivo.

1.Quinoa nel germogliatore
2.Quinoa germogliata
3. Ingredienti del pesto nel frullatore

Raw tabulè di quinoa, verdure e pesto alla menta
Dosi per 2
Questo Raw tabulè di quinoa non prevede nessuna cottura ma l'uso della quinoa germogliata. Condito con verdure crude e pesto di semi di canapa e menta.
Recensioni
Stampa
Tempi di preparazione
40 min
Tempo totale
40 min
Tempi di preparazione
40 min
Tempo totale
40 min
Per il tabulè
  1. 150 gr. di quinoa bianca
  2. 10 pomodorini pachino
  3. 1 peperone verde piccolo ( o mezzo grande)
  4. 1 peperone giallo piccolo ( o mezzo grande)
  5. 1 peperone rosso piccolo ( o mezzo grande)
  6. 1 zucchina genovese
  7. 3 funghi champignon
  8. 1 carota
  9. 1 cipollotto
Per il pesto
  1. 40 gr. si semi di canapa
  2. 40 gr. di olio extra vergine d'olivo spremuto a freddo
  3. 4 cimette di menta
  4. 1 spicchio d'aglio (io ho utilizzato aglio fresco di Nubia)
  5. sale q.b.
Preparazione
  1. Mettete la quinoa a bagno per un'ora
  2. sciacquatela abbondantemente e mettela a germogliare nel germogliatore oppure in un barattolo per 36/48 ore fino a che non sono spuntate le radichette. (ricordate di bagnare la quinoa due/tre volte al giorno)
  3. appena sono spuntate le radichette sciacquate con abbondante acqua corrente , scolatela per bene, e conditela con l'olio e il sale e fatela riposare almeno 30 minuti
  4. Nel frattempo cominciare a preparare le verdure
  5. Mandate le verdure
  6. tagliate la carota a julienne e poi a piccoli pezzettini
  7. tagliate a fettine sottili il cipollotto
  8. Tagliate i pomodorini in quattro pezzi
  9. tagliatele le altre verdure a cubetti piccoli ( circa 4 mm per lato)
  10. Passata la mezz'ora di riposo della quinoa conditela con tutte le verdure, scolate l'eventuale acqua che si è depositata.
  11. Preparate il pesto mettendo tutti gli ingredienti in un frullatore
  12. Frullate per pochi secondi fino ad ottenere un pesto non troppo liscio
  13. Condite la quinoa con le verdure con il pesto, qualche foglia di menta e qualche seme di canapa
Note
  1. Per questa ricetta è necessario considerare anche il tempo di germinazione della quinoa. Si dovrà tenere conto che la quinoa va tenuta a bagno 1 ora e poi fatta germogliare per 36/48 ore. Solo dopo ciò si potrà procedere con la preparazione finale del piatto.
L'Erba di Elisa http://www.erbadielisa.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *